hanno tutti ragione ma siamo tutti coglioni


Ho visto da poco un uragano di 1500 km di raggio e venti fino a 220 km/h. C’è stato un morto.
Da noi in Italia, il maltempo, quello delle previsioni inaffidabili (cit.), con mareggiate e temporali fa 12 morti.

12 morti! Capito?12!
Dappertutto poi, neanche a dire che le zone più virtuose sono state esentate, no. Ovunque.
12 vite spezzate, finite, che non ci sono più, gente che non ha più visto la luce.
La Natura d’altronde non fa sconti, non discute, non chiede permesso, vomita furore a chi capita, senza scegliere chi o come.
Spegne la luce.
Come a questo paese, già in un crisi di crescita e di valori e adesso messo veramente in ginocchio.
Servirà una quantità di denaro infinita per sistemare le cose, soldi che non troviamo e che, se troveremo, prenderemo da qualcos’altro che rimarrà al palo. Con le lettere che arrivano da Bruxelles.

E’ così ormai. Siamo così corrotti che pensiamo solo a accontentare il consenso, che ci prepariamo costantemente ad altre elezioni, le prossime..
Capito? il trucco è tutto lì.
Le prossime elezioni, non le prossime generazioni.

Sono incazzato, furibondo.
Ho visto le immagini stasera, mentre voi di là dormite.
Sono qui a chiedermi dov’è la ragione dopo ciò che è successo a Rapallo, Genova, Portofino, Latina, Roma, Milano.
Non ricordo nulla di simile, eppure ho 52 anni. Nulla. Nooo ma quali cambiamenti climatici, figuariamoci.
Il clima non cambia, sono i complottisti che lo dicono, sono quelli dei vaccini, Soros, le scie chimiche…
‘N corpo che ve piji.

Il problema peggiore?
Che se stai a sentire, hanno e avranno ragione tutti!
Perchà© con uno stato così tutti possono vantare ragioni e diritti e nessuno ha più doveri.
Hanno ragione tutti.

Da quello che ti entra dentro casa mentre tu non ci sei e che si mette lì e ci vive, ha ragione il giudice che non può mandarlo via, come quello che ha costruito sull’argine senza permesso, ha ragione l’amministratore che se ne fotte della manutenzione, come l’altro che se ne occupa e la da all’amico che gli da la mazzetta.

Tutti, hanno ragione tutti.
Ormai anche chi uccide, chi ti ammazza di botte, chi ti entra a casa per rubarti 50 euro, chi si passa mazzette, chi beve e poi uccide innocenti, il branco che stupra la ragazzina, i vari Lusi, Belsito, Bossi, Scajola e tutti quei corrotti e collusi che sono a fare leggi che nessuno rispetta.

Hanno ragione quelli che protestano contro il degrado ma anche i sindaci che non hanno più soldi, Hanno ragione quelli che fanno leggi più severe se butti le cicche a terra ma hanno ragione quelli che poi, siccome non possiamo permetterci le carceri, fanno la legge per l’indulto . E hanno ragione quelli che le leggi non riescono a farle rispettare mentre dovrebbero farlo per mestiere, perchè non hanno mezzi o sono pochi e sono senza dignità o protezione.
Hanno ragione le baby squillo, la mamme delle baby squillo, i rom cacciati, gli immigrati, i musulmani che non possono pregare, i cittadini che non vogliono i musulmani che pregano, gli indiani, i cinesi, i magistrati che applicano leggi di merda, i parenti di vittime che vedono uscire gli assassini, i giudici che li liberano, i pirati della strada, i mafiosi, i collusi , i corrotti.
Anche i ragazzi che picchiano la professoressa, come i compagni di quelli che l’hanno picchiata, che non parlano e non dicono chi è stato.
Anche Barbara d’Urso, Corona e il grande fratello hanno ragione.

Questi siamo.

E a Madre Natura non gliene fotte nulla se tu hai comperato, con tutto quello che avevi, i nuovi mobili per il negozio di materassi, se hai la casa pignorata per pagare il negozio distrutto tre anni fa, figuriamoci se si preoccupa sei hai il diabete, dei figli o ti stai per sposare.
A Madre terra rompe i coglioni discriminare, non ha tempo, deve passare, punire e insegnare. Specie a questi qui, a tutti questi qui che hanno ragione.

E quando tutti hanno ragione significa una cosa sola.

Che la ragione ha torto.

Che siamo coglioni tutti.
Che siamo finiti, appassiti, morti dentro.
Come quelli che sono morti fuori.

Perchà© non si può più parlare di ragione con questi dati. Non si può più!

Guardate:
– settembre 2017 Livorno, 9 morti
– ottobre 2015, Caserta, Benevento, Sardegna, paesi evacuati, ponti abbattuti, 1 morto, milioni di € di danni
– Settembre 2015, alluvione in Val Trebbia, 3 morti
– novembre 2014, Genova, Savona e Alessandria, Chiavari, 3 morti,
– novembre 2014, Carrara e alta Toscana, 1 morto 100 milioni di € di danni
– ottobre 2014, Maremma, 2 morti
– ottobre 2014, Parma e Alessandria, diversi milioni di euro di danni, ponti crollati
– ottobre 2014, Genova, un morto
– settembre 2014, alluvione a Imola e nel Gargano, 2 morti
– agosto 2014, Refrontolo vicino Treviso, 4 morti
– nel 2014, Valfreddana, Milano, Ponsacco, Ancona, Modena, 2 morti e centinaia di milioni di € di danni.
E poi 2013 Sardegna, 13 morti, milioni di € di danni
E poi Messina (2011, 3 morti), Carrara (2011, 1 morto) ,Grosseto (2012, 6 morti), Genova (2011, 6 morti), Cinque Terre (2011, 13 morti), Messina (2009, 39 morti) fino ad arrivare in Calabria e Piemonte nel 2000, 48 morti e 40mila sfollati.La Sardegna nel 2013 con 16 morti ma anche la Maremma nel 2012 con 6 morti, poi Genova 2011 (6 morti), le Marche nel 2011 con 2 morti, Messina nel 2011 con 3 morti, e a seguire la Costiera Amalfitana 2010, il Veneto 2010, Reggio Calabria 2010, Prato 2010, Messina 2009, Cagliari 2008, Campania 2006, Vibo Valentia 2006, Piemonte 2000 e 1994 e come non ricordare Sarno nel 1998 con 160 morti e la val di Stava con 268 morti.

Contateli i morti. Contate i miliardi di Euro spesi.
Per avere cosa? Il MOSE a Venezia? Gli argini con il polistirolo in Versilia?
Non c’è più ragione.
Chiedetevelo.

Siamo noi la causa, noi che ci giriamo dall’altra parte.
Tutti.
Sperando sempre non capiti a noi.


Lascia un commento