I Telegiornali


Ho ascoltato i TG italiani.

Alla fine mi sono chiesto:
ma in uno stato dove il governo è come il futuro (non c’è), dove un condannato potrebbe candidarsi di nuovo a 85 anni e i nostri figli a 30 non sanno ancora cosa fare, dove un uomo tira una sbarra su un’ambulanza in codice rosso e dove la polizia non riesce più a fronteggiare il degrado e la giustiza i processi, non sarebbe meglio educare invece che punire?

Dico una castroneria: ma invece del “dolce stil nuovo” o dei Promessi sposi, non sarebbe meglio insegnare educazione civica a scuola? Fare lezioni sul come ottenere la qualifca di cittadino. Oppure, non sarebbe meglio sulla TV, per legge, fare lezioni su come funziona lo Stato o su come fare per farlo funzionare?

Perchè noi, invece del Grande Fratello, avremmo bisogno di un briciolo di decenza.
Le nuove generazioni soprattutto, dovrebbero leggere e idealizzare invece che guardare e subire.

L’ho scritto oggi.

Nella mia vita, mi hanno insegnato a fallire ma non mi hanno mai fatto sentire un fallimento.
A Viterbo, ma più in generale in Italia mi è successo il contrario.
Mi sono sempre sentito parte di un fallimento pur non avendo mai fatto nulla per fallire.


Lascia un commento